Itinerari e turismo enogastronomico in Umbria.​

Orvieto e Colli Amerini

Percorso del Gusto – Orvieto e Colli Amerini

Un ampio territorio dove seguire itinerari e percorsi di gusto, arte e storia. Orvieto, città di origini etrusche arroccata su di una rupe tufacea millenaria da cui svetta il magnifico Duomo, è punto di riferimento per questo itinerario anche grazie alla vicinanza della città con la stazione ferroviaria (tratta Roma-Firenze) ed il casello dell’autostrada del Sole A1. Oltre ad Orvieto, cittadine ricche di storia e monumenti, in questa parte della regione sono da segnalare anche Narni ed Amelia e la moderna Terni, capoluogo di provincia con le stupende Cascate delle Marmore, appena fuori la città. Il territorio orvietano e l’amerino sono entrambe apprezzate aree di produzione vinicola e collegate tra di loro dalla Strada dei Vini Etrusco Romana, che solca la parte sud-ovest dell’Umbria e che deve il suo nome alla storica presenza nel territorio di queste due grandi antiche civiltà, e dalla Strada dell’Olio di Oliva Umbria DOP perchè insieme alla vite, l’olivo è una delle coltivazioni più fertili e diffuse su queste colline umbre.

Collegamenti principali:

  • Autostrada A1 Orvieto, Fabro, Orte, Attigliano
  • Strada statale Cassia 71
  • Stazione ferroviaria Orvieto, Orte

Sponsor

LUOGHI DA VISITARE

Orvieto e territorio

Umbria Wine Tours - OrvietoUn vasto territorio confinante con la bassa Toscana e la Tuscia laziale, che ha nella città di Orvieto la principale località di interesse grazie al suo notevole patrimonio artistico culturale rappresentato in primis dal magnifico Duomo e dalla grande eredità etrusca. Della città di Orvieto si segnalano anche il Palazzo del Popolo, i Pozzi di San Patrizio e della Cava, il quartiere medievale con numerose chiese e palazzi ed il suggestivo percorso ipogeo di Orvieto Underground. La città è anche location prescelta di molti eventi di grande rilievo, nonchè sede di Città Slow ed ospita tra gli: eventi enogastronomici principali, “Orvieto con Gusto“, Orvieto Food Festival e I Gelati d’Italia. Da segnalare nella città di Orvieto, nel quartiere medievale il Palazzo del Gusto e l’Enoteca regionale.

Umbria Wine Tours - AlleronaA nord di Orvieto si estende un’area che è marcata dalla presenza di ampie zone verdi boschive con piccoli abitati immersi in un susseguirsi di colline verdeggianti incontaminate da dove emergono, quasi dal nulla, piccoli tesori e luoghi suggestivi come Il Convento della Scarzuola nei pressi di Montegabbione oppure la suggestiva Villa Cahen nel parco di Selva di Meana nel comune di Allerona. Sul versante est di Orvieto, un’altra zona boschiva, quella del bosco dell’Elmo che conduce fino alla vetta del Monte Peglia e proseguendo verso nord, conduce fino all’estremo comune di San Venanzo. Quest’ultimo è un piccolo abitato caratterizzato dalla presenza di un originale parco-Museo Vulcanologico.

Umbria Wine Tours - CorbaraDalla sommità del Monte Peglia, si scorge invece in basso, il bacino del lago di Corbara.

Il lago, da sempre apprezzato per la pesca, è inserito nel Parco fluviale del Tevere, un’area ricca di attrattive naturalistiche come la forra di Prodo (canyoning) o la grotta dei Pozzi della Piana e conferisce il nome all’omonimo vino (Doc Lago di Corbara) prodotto nelle colline intorno al lago.

Dal lago di Corbara spostandosi verso sud prima di giungere nelle zone dei Colli Amerini, una citazione per il borgo di Montecchio ed il suo Museo dell’Olio di Oliva.

Vini locali

  • DOC “Orvieto”
  • DOC “Rosso Orvietano”
  • DOC “Lago di Corbara”
  • IGT “Allerona”

Prodotti e Tipicità locali

  • Olio di Oliva DOP – Colli Orvietani
  • Mazzafegati di maiale
  • Lumachelle orvietane
  • Umbrichelli

Amelia ed il ternano

Umbria Wine Tours - AmeliaLa parte più meridionale di tutta la regione Umbria coincide con la provincia ternana e la presenza della moderna città capoluogo. Terni, è infatti la città principale di un territorio che da Orvieto, prosegue verso sud, sud-est trovando sul proprio percorso una serie di piccoli centri abitati, alcuni dei quali particolarmente interessanti da visitare. In particolare, la zona dei Colli Amerini ha nei paesi di Amelia, Lugnano in Teverina e Giove alcuni dei più classici borghi umbri. Amelia è di antichissime origini, come testimonia l’imponente cinta muraria che racchiude il centro storico, questo abitato umbro in posizione collinare, si caratterizza per le vie e strade interne ancora intatte così come le porte di accesso. Nel centro del paese belli sono alcuni palazzi rinascimentali, tra questi Palazzo Petrignani, Palazzo Nacci, Palazzo Farrattini, Palazzo Boccarini e Palazzo Clementini. Numerose sono anche le chiese tra cui la Basilica Cattedrale, con l’attigua torre dodecagonale (anno 1000 ca.) e le altre costruzioni sacre come la chiesa di Sant’Agostino e la chiesa di San Francesco. Da citare nel centro del paese anche il bel Museo civico e le interessanti Cisterne romane. Appena fuori dall’abitato, si trova il “parco fluviale del Rio Grande” con l’antica diga che genera un grazioso specchio d’acqua noto come Lago Vecchio.

Umbria Wine Tours - NarniDi Lugnano in Teverina merita una citazione la bella Collegiata di Santa Maria, un piccolo gioiello d’arte romanica che insieme alle altre chiese di Santa Chiara e Santa Maria sono tra gli edifici sacri più significativi.

Da qui, proseguendo verso Terni si incontra Narni, una graziosa cittadina dai due volti, una parte più moderna e industrializzata e la parte più antica che offre spunti di interesse turistico. In particolare il centro storico della cittadina vanta scorci suggestivi e ricchi di storia e monumenti tra cui la cattedrale di San Giovenale, il Palazzo Comunale, Il Palazzo dei Priori. Altre attrattive che offre la città di Narni sono il percorso “Narni Sotterranea”, l’antica Rocca Albornoziana, l’ Abbazia di San Cassiano e l’antico Ponte di romano di Augusto. Sempre di epoca romana, nel territorio del comune di Narni è anche l’interessante area con i resti del cantiere navale di Stifone adiacente al corso del fiume Nera.

Umbria Wine Tours - TerniOltrepassato Narni, in pochi chilometri si giunge a Terni, moderna e dinamica città capoluogo di provincia, è una città dai più aspetti e che coniuga la modernità propria di un centro discretamente industrializzato con vivi elementi di storia e natura. Il centro storico è raccolto ed ha in Corso Tacito la via principale. Tra i palazzi nobili più significativi, Palazzo Spada, Palazzo Fabrizi (sede museale), Palazzo Bianchini, quest’ultimo nei pressi del Duomo della città. Tra le chiese invece, San Pietro, San Salvatore e San Francesco senza dimenticare la celebre basilica di San Valentino. Legate a San Valentino sono anche importanti eventi enogastronomici come Cioccolentino ed “Umbriaforwinelovers” dedicato ai vini di San Valentino. Appena fuori Terni meritano una visita l’area archeologica di Carsulae, il vicino borgo di San Gemini  con le antiche fonti di acqua minerale, le note Cascate delle Marmore e ancora il Lago di Piediluco.

Vini locali

  • DOC “Amelia”
  • IGT “Narni”

Prodotti e Tipicità locali

  • Olio di Oliva DOP – Colli Amerini
  • Fava Cottora
  • Fichi Girotti
  • Pane di Terni
  • Ciriole
  • Pampepato

VINI LOCALI

DOC “Orvieto”

Questo vino della bassa Umbria prodotto prevalentemente nella zona di Orvieto e territorio, ottenne la denominazione nel 1971 ed oggi è uno dei più noti della regione. Un vino che si ottiene dai vitigni Trebbiano Procanico e Grechetto. La denominazione di origine controllata “Orvieto”, comprende anche la “sottozona” Orvieto Classico ed è riservata ai vini bianchi nelle diverse tipologie: secco, abboccato, amabile, dolce, superiore, vendemmia tardiva e muffa nobile.

DOC “Rosso Orvietano”

Un vino rosso la cui denominazione di origine controllata è più recente del bianco, infatti la stessa venne conferitagli nel 1998. Si tratta di un vino rosso fermo abbinabile con diverse tipologie di pietanze, esso di produce nel territorio di Orvieto e si ottiene, nelle sue diverse tipologie dai seguenti vitigni Cabernet, Cabernet franc, Cabernet sauvignon, Canaiolo, Ciliegiolo, Merlot, Pinot Nero, Sangiovese, Aleatico.

DOC “Lago di Corbara”

La denominazione di origine controllata “Lago di Corbara” del 1998, e’ riservata a vini rossi e bianchi che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione per le seguenti tipologie: rosso, rosso riserva, Cabernet sauvignon, Cabernet sauvignon riserva, Merlot, Merlot riserva, Pinot nero, Pinot nero riserva; Sangiovese, Sangiovese riserva, bianco, bianco riserva, Grechetto, Grechetto riserva, Vermentino, Vermentino riserva, Chardonnay, Chardonnay riserva, Sauvignon, Sauvignon riserva, Vendemmia Tardiva, passito e passito riserva.

DOC “Amelia”

Denominazione acquisita nel 1989 con il nome precedente di “Colli Amerini DOC” questo vino della parte meridionale dell’Umbria viene prodotto nelle tipologie: Bianco, Rosso, Rosso Riserva, Grechetto, Ciliegiolo, Ciliegiolo Riserva, Rosato, Novello, Malvasia, Merlot e Merlot Riserva, Sangiovese, Sangiovese Riserva.

IGT “Allerona”

Vino bianco provincia di Terni nelle tipologie normale, frizzante, passito e novello; Vino Rosato nelle tipologie normale, frizzante e novello; Vino Rosso nelle tipologie normale, Frizzante, Passito e Novello.

IGT “Narni”

Vino bianco provincia di Terni nelle tipologie normale, Frizzante e Passito; Rosato nelle tipologie normale e Novello; Rosso nelle tipologie normale, Passito e Novello.

PRODOTTI LOCALI

Olio di Oliva DOP – Colli Orvietani e Colli Amerini

Umbria Wine Tours - olio di olivaQuella dei Colli Orvietani è una estesa sottozona di olio di oliva umbro che si ottiene da tre principali cultivar Moraiolo, Frantoio e Leccino. Largamente utilizzato in cucina come principale condimento in particolar modo a crudo.

Altra apprezzata sottozona è quella sul versante ternano dei Colli Amerini; nella produzione di quest’olio spicca anche la presenza della cultivar Rajo.

Umbrichelli – Ciriole

Umbria Wine Tours - umbricelliTipica pasta umbra fatta in casa e dal gusto leggero in quanto preparata con acqua e farina. Questa pasta lunga viene realizzata in diverse varianti e ben si accompagna a salse a base di verdure, tartufo nero, pomodoro fresco (alla “spoletina”). Nella variante locale di Terni e comprensorio (denominata “ciriole“) la pasta ha la stessa preparazione ma ha un taglio più squadrato e sottile.

Mazzafegati di maiale

Umbria Wine Tours - mazzafegati di maialeQuesto insaccato tipico regionale il cui nome letterale significa “ammazza fegato” è uno dei più particolari ed apprezzati di tutta la regione. La sua produzione si ottiene con una sapiente lavorazione di carne di maiale e fegato impastati assieme e quindi insaccati in un budello naturale. I mazzafegati vengono preparati in due modalità, una versione dolce con l’aggiunta di uvetta, scorza di arancia, pinoli e zucchero mentre quelli salati con aromi, sale e pepe. Tra le due versioni, i mazzafegati dolci necessitano di un breve periodo di stagionatura, mentre la versione salata necessita di un periodo medio-lungo di stagionatura. E’ un prodotto comunque molto apprezzato e frequente nella tavola umbra, si gusta alla brace o spalmato su pane bruscato.

Fava Cottora di Amelia

Umbria Wine Tours - fava cottora di AmeliaUn buonissimo legume di piccole dimensioni ma dal grande gusto, tipico dell’ Amerino, si gusta in più modalità con olio d’oliva, sale, pepe e cipolla fresca oppure come patè per bruschette facendo triturare le fave con olio di oliva e finocchio selvatico, popolare è anche la “striscia con le fave”: in questo caso le fave lessate si condiscono con il grasso ottenuto dallo scioglimento nella cottura della striscia di grasso e di magro ottenuta dalla parte ventrale del suino.

Fichi “Girotti” di Amelia

Umbria Wine Tours - fichi girotti di AmeliaTipici della zona dell’Amerino e di Amelia in particolare, è un prodotto di antiche origini e sempre apprezzato. I fichi vengono essiccati prima di essere aperti e riempiti con noci, mandorle, canditi e cacao. Il risultato che si ottiene è un frutto secco dal gusto dolce ed inconfondibile.

Lumachelle orvietane

Umbria Wine Tours - lumachelle orvietaneQuesto prodotto da forno deve il suo nome alla particolare forma che ricorda quella di una chiocciola. E’ un tipico prodotto orvietano che si produce ancora come una volta ed è perfetto per essere consumato come antipasto o spuntino. La pasta della lumachella dopo la cottura mantiene un colore dorato e soprattutto un gusto piacevole esaltato da un condimento a base di pepe, formaggio e cubetti di pancetta o prosciutto crudo.

Pane di Terni

Umbria Wine Tours - paneDetto anche “pane sciapo” deve la sua caratteristica alla minima quantità di sale presente nell’impasto, così esigua da non essere quasi percepibile al gusto. Il pane sciapo è largamente diffuso in tutta la regione e viene cotto nel forno a legna, a forma di filone, filoncino o  pagnotta, esso presenta una crosta ben croccante ed un interno soffice e morbido. Grazie al suo essere “sciapo” si accompagna perfettamente ai piatti saporiti regionali ed ai salumi.

PIATTI TIPICI

Antipasti

  • Bruschetta con olio di oliva: semplice piatto a base di pane “bruscato” sul fuoco e condito con un profumo d’aglio e olio di oliva.
  • Crostino di fegato: fetta di pane con patè a base di fegato e aceto.
  • Lumachelle: tipico prodotto da forno dell’orvietano con impasto condito con pepe e pancetta.
  • Biscotto salato all’anice: altro prodotto da forno che prevede la lessatura dell’impasto e quindi la cottura in forno.
  • Pizza di Pasqua al formaggio: prodotto da forno del periodo pasquale, nella versione salata con pepe e pezzi di formaggio, nella versione dolce con impasto aromatizzato con cannella, zucchero e rosolio di mandorle.

Primi Piatti

  • Umbrichelli (ciriole) al tartufo nero: pasta lunga fatta in casa con farina e acqua, nella versione “ternana” (ciriole) più squadrata e con condimento di tartufo nero ed olio di oliva.
  • Tagliatelle con rigagli di pollo: pasta lunga fatta in casa dal taglio spesso e sottile, in questa ricetta servite con condimento a base di pomodoro ed interiora del pollo, per un gusto intenso e saporito.
  • Zuppa di ceci e castagne: primo piatto ricco e tipicamente autunnale con ceci e castagne lessate.

Secondi piatti

  • Pollo alla cacciatora: pollo cotto in padella con rosmarino, aglio e pomodoro fresco.
  • Coniglio a porchetta: piatto tipico con cottura in forno di coniglio speziato con finocchio selvatico.
  • Porchetta di maiale: maiale cotto per intero in forno a legna e speziato con finocchio selvatico e pepe nero fresco.
  • Palomba o piccione alla leccarda: antica ricetta dell’amerino e quindi dell’orvietano, che prevede la cottura allo spiedo di questo volatile aromatizzato con le essenze raccolte nella “leccarda” (recpiente di ceramica).
  • “Tordomatto”: filetto di maiale arrosto con aroma di alloro e pepe.
  • Mazzafegati di maiale: e insaccato simile alla salsiccia ma prodotto con aggiunta di fegato, aromi e scorze d’arancio (nella versione “dolce” si aggiunge anche uvetta).

Contorni

  • Parmigiana di gobbi: variante della parmigiana con melanzane utilizzando il gobbo (cardo del carciofo).
  • Bandiera: mix di peperoni, carote, cipolle e melanzane.
  • Fava Cottora di Amelia: preparata e saltata in padella con finocchio e lardo.

Dolci

  • Frittelle di San Giuseppe: dolce fritto con riso e cannella
  • Castagnole: dolce di carnevale tipico con miele
  • Maccheroni dolci: pasta condita con cacao, cannella e noci
  • Mostaccioli: dolci fatti con il mosto di vino
  • Pampepato (Terni): dolce a base di cacao e pepe

EVENTI E SAGRE

Orvieto

  • Orvieto con Gusto
  • Food Festival
  • Risate e risotti
  • Umbria Jazz (Winter)

Terni

  • Sagra della ciriola – (località Campitello)

Fabro

  • Mostra mercato Tartufo

Stroncone

  • Sagra della ciriola copparola

Corbara

  • Sagra dell’Oca

Cerreto di Baschi

  • Sagra della Focaccia

Amelia

  • Sagra della Fregnaccia – (località Montecampano)
  • Sagra della Fava Cottora e del Cinghiale – (località Collicello)

Montecchio

  • Sagra del Cinghiale

Guardea

  • Sagra degli Gnocchi

Dunarobba

  • Sagra della Lepre

San Liberato di Narni

  • Sagra del Porchetto

Ferentillo

  • Sagra del Cinghiale

Alviano

  • Sagra del Cinghiale